ATTESTATI E DIPLOMI

 

A semplice richiesta e gratuitamente la Scuola Scripta provvede a consegnare al termine di ogni corso il relativo Attestato di frequenza. Con tale attestato si intende certificare, appunto, la presenza alle lezioni e la corresponsione della quota e non il grado di preparazione dell’allievo.

 

Chi desidera il Diploma della Scuola, può sottoporsi al relativo esame (pubblico, nei limiti della capienza disponibile). Non è necessario (ma è consigliato) avere frequentato i corsi organizzati da Scripta: i candidati “esterni” dovranno preliminarmente dimostrare la propria preparazione grafologica specifica per ciascuna specializzazione (al fine di non creare perdite di tempo). Le modalità della verifica sono decise dal Consiglio Direttivo e sono inappellabili.

 

La Commissione giudicante è composta da due membri diplomati di Scripta (per la medesima specializzazione) o di chiara fama grafologica scriptiana. E’ prevista la possibilità di effettuare la prova con Skype o similari (a discrezione del Consiglio Direttivo). La prova (a insindacabile giudizio) è superata se ambedue i membri giudicano la prestazione di livello professionale.

 

Al momento sono previsti gli esami per le seguenti specializzazioni:

 

-     Analisi Orale. Consiste nell’analizzare all’impronta almeno una scrittura (mai vista prima) di norma di fronte allo scrivente stesso, con la presenza di altri soci che vogliano assistere alla prova. L'esito dell'esame è, di norma, comunicato oralmente ai presenti al termine dello stesso, dopo la decisione della Commissione; non viene assegnato un voto e sono comunicati direttamente e per sommi capi le motivazioni (sia in caso di superamento che di non superamento). Attuali possibili membri della Commissione: Cao, Chinaglia, Fabris, Triscoli.

-     Analisi Scritta. Consiste nella redazione dell’analisi di una scrittura entro tre settimane dalla sua consegna. L'esito dell'esame è, di norma, comunicato al candidato in forma scritta entro tre settimane dalla consegna dell'elaborato; non viene assegnato un voto finale ma è specificato, punto per punto**, le note positive e negative (sia in caso di superamento che di non superamento). L'esame è superato se tutti i punti sono giudicati dai due membri di Commissione in modo positivo.  Attuali possibili membri della Commissione: Cao, Chinaglia, Fabris, Pitis, Triscoli.

-     Perizia Grafica. Consiste nella redazione di un caso peritale entro tre settimane dalla sua consegna. L'esito dell'esame è, di norma, comunicato al candidato in forma scritta entro tre settimane dalla consegna dell'elaborato; non viene assegnato un voto finale. L'esame è superato se ambedue i membri di Commissione giudicano il lavoro peritale di livello professionale. Attuali possibili membri della Commissione: Chinaglia, Triscoli.

 

 

Dopo un esame non superato bisogna attendere almeno tre mesi per effettuarne un altro.

Gli esami e la consegna del diploma non comportano alcun onere economico per il candidato.

 

** Punti da considerare per il superamento dell'esame scritto.

 

  

Per ritenere positiva una analisi, il candidato deve rispettare tutti i seguenti criteri minimi di seguito elencati per punti.

 

  

  1. Sufficiente accettabilità dell'analisi sotto il profilo estetico-funzionale (scrittura a macchina, indicazione del nome e cognome, apposizione della firma, numerazione delle pagine, presenza di tabelle di rilevazione-dati e riassuntive dei valori, almeno una riproduzione in scala 1:1 della grafia esaminata, ecc.);
  2. Sufficiente grado di comprensibilità della esposizione letteraria;
  3. Sufficiente correttezza grammaticale e sintattica della lingua italiana;
  4. Sufficiente e condivisibile analisi preliminare del materiale scrittorio analizzato;
  5. Massimo quattro errori* (ovvero omissioni) nelle stime degli aspetti grafologici "media" [*si ricorda che è considerato errore un aspetto stimato ad una distanza maggiore di un grado rispetto a quella ritenuta corretta dalla Commissione];
  6. Massimo tre errori* (ovvero omissioni) nelle stime degli aspetti grafologici "variazione";
  7. Massimo tre errori* (ovvero omissioni) nelle stime degli aspetti grafologici particolari;
  8. Rilevazione di eventuali aspetti non previsti dal Metodo Chinaglia degni di nota e debitamente interpretati;
  9. Buona corrispondenza tra i valori riscontrati degli aspetti e la loro interpretazione psicologica;
  10. Sufficiente quantità di caratteristiche psicologiche rilevate;
  11. Sostanziale corrispondenza tra il quadro psicologico risultante e quello ritenuto oggettivamente corretto dalla commissione.

 

Note per gli esami a distanza

 

Per gli esami scritti (analisi e perizie) non ci sono particolari differenze rispetto a quelli dei candidati che raggiungono la sede. Valgono le spedizioni (degli originali) ed i timbri postali.

 

Per quanto concerne l'esame orale è evidente che quello effettuato tramite Skype (o altro sistema di video-conferenza) non può avere le stesse caratteristiche di quello effettuato in sede con lo scrivente presente in carne ed ossa. Se la distanza penalizza il candidato per l'impossibilità di cogliere nell'ambiente fisico alcuni segnali e, soprattutto, per la mancanza della visione diretta della scrittura originale (in special modo per ciò che riguarda la pressione scrittoria e la qualità del tracciato), è pur vero che favorisce la dichiarazione degli aspetti negativi che potrebbero emergere nel corso dell'analisi. Dunque, se non è possibile (al momento) creare situazioni preliminarmente identiche, almeno si è trovato un certo equilibrio fra i pro e i contro.

Lo scrivente sarà posto in sede direttamente davanti allo schermo e potrà interloquire con l'analista quasi come fosse fisicamente davanti a lui. Una volta redatta la scrittura, questa sarà inviata tramite internet velocemente; se sarà stata utilizzata la carta chimica, sarà inviato anche il secondo foglio. La scrittura sarà comunque mostrata alla camera nel modo migliore ogni volta che l'analista lo chiederà.

Il tempo dell'analisi e delle operazioni correlate sarà fatalmente più lungo nell'aula virtuale di quanto possa esserlo in quella reale: i commissari terranno conto dell'allungamento non colposo dei tempi e di altri particolari che potranno caratterizzare l'evento. Tutto, comunque, deve svolgersi nel tempo limite di due ore pena l'annullamento della prova; anche in caso di trasmissione del segnale interrotta o corrotta, scaduto il tempo la prova viene considerata nulla.

Il buon senso e la decisione inappellabile della Commissione saranno garanzia del buon svolgimento dei lavori.